Visita i nostri canali social

Dottorato di ricerca in adroterapia

PRIMO DOTTORATO DI RICERCA IN ADROTERAPIA

Homepage Lavora con noi Progetti per laureandi e
studenti post-lauream
PRIMO DOTTORATO DI RICERCA IN ADROTERAPIA

20 lug/22

THE HADRON ACADEMY: risk and complexity in high tech medical innovation

CNAO è lieto di annunciare il primo dottorato di ricerca sull’adroterapia, THE HADRON ACADEMY: RISK AND COMPLEXITY IN HIGH TECH MEDICAL INNOVATION, in collaborazione con la Scuola Universitaria Superiore (IUSS) e l’Università di Cagliari.

Il dottorato, della durata di 3 anni, è aperto e prevede 5 posti/anno di cui: 2 coperti con borsa di studio IUSS, 1 da borsa di studio finanziata dall’Università di Cagliari e 2 coperti con borsa di studio finanziata dalla Fondazione CNAO. La scadenza per la presentazione delle candidature è fissa per il 9 settembre 2022 ore 13:00.

Le iscrizioni sono aperte.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL BANDO E PER CANDIDARSI CLICCA QUI

Il dottorato è un percorso di ricerca e formazione dove multidisciplinarietà e transdisciplinarietà diventano elementi cardine per la costruzione di un linguaggio comune attraverso l’integrazione di competenze differenti.

Per tali motivi, il dottorato prevede di anno in anno la proposta di tesi di dottorato relative ad argomenti di ricerca caratterizzati da una forte complessità e interdisciplinarietà, che vedranno impegnati candidati provenienti da discipline diverse, appartenenti a diversi macro-ambiti formativi: l’ambito biomedico (medici, radioterapisti, biologi, biotecnologi), l’ambito tecnologico (fisici, ingegneri, data scientists), l’ambito umanistico-sociale (giuristi, economisti, filosofi).

Ambiti di ricerca

Le attività di ricerca riguarderanno 2 ambiti principali: l’area biomedica e quella tecnologica

Attività di area biomedica

In particolare al centro delle tematiche di ricerca biomedica si pone il razionale clinico dell’uso degli adroni e l’analisi del fondamentale vantaggio derivante dal miglior controllo della distribuzione della dose.

Questo si traduce in un incremento della dose al bersaglio, ottimizzando il controllo locale di malattia e/o una minore dose agli organi circostanti il bersaglio riducendo il rischio di tossicità correlate al trattamento radiante.

In caso di tumori infiltranti, il confronto con piani di cura rivali permetterà di individuare la migliore modalità di somministrazione della dose terapeutica.

Non meno importanti sono considerazioni cliniche come le aspettative di vita del paziente essendo gli adroni più vantaggiosi sulla tossicità tardiva.

Fondamentale sarà considerare il ruolo dell’adroterapia attraverso lo studio dei meccanismi di interazione con la terapia immunologia.

Infine, ci sarà l’analisi di applicazioni di algoritmi di intelligenza artificiale nelle fasi di identificazione e monitoraggio del bersaglio tumorale.

Approfondire tematiche come queste rappresenta un fondamentale traguardo per perseguire una medicina personalizzata realizzabile solo con la collaborazione delle diverse figure professionali.

Attività di area tecnologica

Uno degli obiettivi di questa area di attività è la ricerca di base applicata al campo biomedico. Il CNAO per la sua connotazione istituzionale, che include terapia e ricerca, offre grandi opportunità di ricerca nel campo della biofisica delle radiazioni, della radiobiologia, ma anche per le applicazioni in ambito spaziale.

Parallelamente si studia lo sviluppo di nuove potenzialità per generare altre particelle pesanti dotate di maggiore intensità ed energia al fine di vagliare nuovi trattamenti ultraveloci riducendo la tossicità rilevata.

Ma anche l’utilizzo di neutroni veloce che presto saranno disponibili con 2 sale, una dedicata alla ricerca e una al trattamento dei pazienti. Questo progetto, Boron Neutron Capture Therapy (BNCT) costituisce una forma sperimentale di radioterapia basata sull’ irraggiamento neutronico del tumore a seguito di perfusione con un farmaco borato che concentra atomi di 10B nelle cellule tumorali. Questa nuova tecnica richiederà un approccio multidisciplinare con il coinvolgimento di figure come fisici, ingegneri, chimici, biologi, fisici medici e medici.

Per la complessità dei temi trattati saranno offerte tesi di dottorato destinate a figure di provenienza diversa con l’obiettivo di generare un approccio transdisciplinare alla gestione di problemi complessi e favorisca il formarsi e il diffondersi di una cultura scientifica legata al mondo dell’adroterapia.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUL BANDO E PER CANDIDARSI CLICCA QUI

  • Azienda con sistema di gestione per la Qualità Certificata
  • Centro registrato in QuESTIO, la mappatura dei soggetti attivi nel campo della ricerca e dell'innovazione
  • Lombardia Life Sciences
  • ESTRO Institutional Member 2019