Mercoledì, 19 Agosto 2015 21:52

Il Trattamento


Una volta stabilita la possibilità di un trattamento con adroni, il paziente segue un iter che non differisce sostanzialmente da quello di un trattamento di radioterapia con fotoni.
Il paziente viene sottoposto ad una valutazione clinica da parte del medico radioterapista della Fondazione CNAO, che includerà la raccolta di tutte le informazioni relative al paziente e alla sua patologia e l’esecuzione di un esame clinico completo.
 
La diagnosi istologica e tutti gli esami diagnostici eseguiti dal paziente in altra sede verranno raccolti e trattenuti dal medico radioterapista per il tempo necessario allo studio e alla discussione del caso.  Si richiederanno inoltre tutti gli esami mancanti necessari per la corretta valutazione e discussione del caso.
 
Stabilita l’indicazione al trattamento in riunione multidisciplinare, il paziente continua  il suo iter tornando in CNAO per “confezionare” un dispositivo personalizzato di immobilizzazione che garantisca il posizionamento ottimale e, soprattutto, la riproducibilità di tale posizionamento ad ogni seduta di terapia, considerata la notevole necessità di precisione per irradiare con particelle pesanti.
 
Il paziente prima del trattamento radiante verrà sottoposto ad una TC (detta “di centratura” o di “simulazione”) priva di finalità diagnostiche, ma volta ad ottenere le immagini della regione di interesse, sede della lesione da irradiare. Tale esame verrà effettuato dal tecnico di radioterapia e dell’ingegnere biomedico in presenza  del medico radioterapista. Sulla base della specifica competenza di ognuna delle figure professionali presenti si stabilirà la migliore modalità di posizione ed immobilizzazione del paziente che, nelle stesse condizioni, effettuerà ciascuna seduta di trattamento. Le scansioni TC così effettuate verranno successivamente inviate al Treatment Planning System (TPS), per il calcolo della dose.
 
Il medico radioterapista utilizzando il software del TPS  individuerà e “disegnerà” il volume bersaglio (la sede del tumore) e i volumi rappresentati da organi e  tessuti sani a contatto col tumore. In considerazione del tipo di malattia e degli organi sani coinvolti, il radioterapista prescriverà la dose totale di trattamento, il suo frazionamento giornaliero e le dosi di tolleranza o “limiti di dose” degli organi a rischio.
 
Sulla base di tale prescrizione il Fisico medico effettuerà il calcolo delle dosi e stabilirà la migliore geometria del/dei fascio/i da utilizzare per quel determinato distretto. Al termine della sua elaborazione, il piano di cura sarà valutato nello stesso momento, in maniera definitiva, insieme dal fisico medico e dal medico radioterapista avvalendosi ognuno delle proprie competenze, al fine di assicurare al paziente un piano di cura ottimale.
 
A questo punto il paziente ritorna in CNAO per iniziare effettivamente le sedute giornaliere di terapia che saranno effettuate dal tecnico di radioterapia.
 
Il tecnico di radioterapia e l’ingegnere biomedico si occuperanno  di assicurare la corretta riproducibilità di immobilizzazione stabilita precedentemente, di segnalare al medico e al fisico qualsiasi eventuale variazione legata alla macchina, al dispositivo di immobilizzazione e al paziente stesso. Saranno effettuati controlli radiologici del posizionamento a scadenza regolare e, allo stesso tempo, il paziente verrà monitorato clinicamente dal medico per l’intera durata del trattamento.
Alla fine della terapia, il radioterapista eseguirà la visita di fine trattamento, durante la quale registrerà tutti gli effetti collaterali osservati e la terapia di supporto utilizzata. Imposterà inoltre il piano terapeutico per la gestione a domicilio degli eventuali effetti collaterali presenti e stabilirà il programma di visite ambulatoriali successive con eventuali esami necessari (follow-up).
 
Al paziente verrà rilasciata una relazione clinica relativa al trattamento effettuato.
Last modified on Lunedì, 02 Luglio 2018 17:05
titolo-visite-guidate
 
La Fondazione CNAO organizza visite guidate per studenti di scuole superiori, università, enti di ricerca e organizzazioni scientifiche. Tra le missioni del CNAO, oltre alla cura dei pazienti, c'è anche l'educazione alla ricerca e all'innovazione, quale strumento efficace per interessare i giovani sulle loro professioni future.
 
simbolo VISITE GUIDATE
 
 
 
 
 
 
 
Come accedere ai trattamenti

Accedere Trattamenti2

 
PER RICHIEDERE LA VALUTAZIONE  PRELIMINARE DI UN CASO CLINICO CONSULTARE LA SEZIONE DEDICATA
 
ACCEDI AI TRATTAMENTI
 
Accedendo a questa sezione sarà possibile consultare le istruzioni per sottoporre il proprio caso clinico alla valutazione premininare da parte del nostro personale sanitario
 

 

icona arrivare  COME RAGGIUNGERCI

titolo-lavora-con-noi

Per proporsi alla Fondazione CNAO, sempre interessata a valutare figure professionali di elevata qualificazione, inviare il proprio curriculum all'indirizzo e-mail: cv@cnao.it

 
simbolo LAVORA CON NOI
titolo 3 domande a

Rubrica mensile di approfondimento  simbolo

3 punti di domanda

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato sulle attività della Fondazione CNAO.

 

simbolo medico

Sei un medico? Clicca qui per iscriverti alla newsletter a te dedicata.

  • 2.png5.png1.png7.png4.png0.png9.png
  • Web Traffic:
  • Today 583
  • |
  • Yesterday 1750
  • |
  • This week 4031
  • |
  • Total 2517409
Iscriviti alla nostra Newsletter
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato sulle attività della Fondazione CNAO.

 

simbolo medico

Sei un medico? Clicca qui per iscriverti alla newsletter a te dedicata.